29 January 2018

Non siamo un popolo migratore.

Daniel D. Marin ci fa scoprire la scrittrice americana di origine romena Claudia Serea

Slegata, formalmente, dal contesto generazionista romeno degli anni 2000 (microscopico scontro non della civilizzazione, ma almeno dei paradigmi letterari del tempo – da una parte, la corrente principale (degli anni ’80), dall’altra quella degli anni 2000, appena iniziata), una parte della poesia di Claudia Serea segue, se non addirittura precede, i più convinti “fratturisti”. Fino ad allora solo Ruxandra Novac ha dimostrato tanta determinazione e coraggio nel criticare e cercare di dimenticare la sua patria natale, cosa che, fino alla fine (non... >>

18 January 2018

Tra due mondi tutto si vive due volte

Daniel D. Marin ci fa scoprire la scrittrice americana di origine romena Carmen Firan

 

L’immigrazione claustrofobica della città - scatola universale, della Città, reale e immaginaria, fanno della poesia di Carmen Firan sia una storia dei primi passi, irrespirabile e incerta fino a sparire, sia il suo contrappunto umano traumatico, vibrante, ironico/melanconico, provocatorio da una parte all’altra. Ho assimilato in me questa poesia per diversi anni, fino a quando, anche io da immigrato come lei, ho iniziato a vederla per strada e nell’intimità, senza avere più il bisogno di leggerla, e solo dopo ciò ho iniziato a tradurla. Posso... >>

Daniel D. Marin
20 January 2017

Due poesie di Antonio Nazzaro

Giornalista e mediatore culturale, la nostra voce dall'America Latina oggi con i suoi versi

L'emigrante lo riconosci 
perché anche sotto il sole del mezzogiorno 
disegna 
due ombre

 

 

*

 

 

abbiamo silenzi qui
su quest'altipiano 
di grattacieli non cresciuti
e un verde insolente
a riempire le crepe
e sbattiamo sempre
sull'onda del vento
che porta il mare
inevitabile il passo
lento
di chi non ha bisogno
d'arrivare

Parco Poesia
13 January 2017

il Premio venezuelano di poesia giovane Rafael Cadenas

Anonio Nazzaro ci fa scoprire Willy McKey, vincitore dell'ultima edizione

Con questa poesia Willy McKey (Caracas, 1980) ha vinto la prima edizione del “Concorso Nazionale di Poesia Giovane Rafael Cadenas”, nel 2016.  Vi presenteremo alcuni altri giovani poeti che fanno parte dell’antologia scaturita dal concorso.

Willy McKey scrittore ed editore. Laureato in lettere preso la Universidad Central de Venezuela e un  Master in Studi Letterari. Ha co-editato, con Santiago Acosta, la rivista di poesia El Salmón. Il suo primo libro di poesie, Vocado de orfandad [2007], è stato il vincitore del premio Fundarte,... >>

Parco Poesia
22 December 2016

Occhi che guardano l’onda venire

Antonio Nazzaro oggi ci fa leggere il poeta cubano Sergio García Zamora

Sergio García Zamora poeta ed editore cubano (Esperanza, 1986). Laureato in lettere presso la Universidad Central de Las Villas. Ha pubblicato Autorretrato sin abejas (Ediciones Sed de Belleza, 2003), Tiempo de siega (Premio Poesía de Primavera 2009; Ediciones Ávila, 2010), El afilador de tijeras (Sed de Belleza, 2010), Poda (Premio Calendario 2010; Casa Editorial Abril, 2011), Día mambí (Premio Digdora Alonso 2011; Ediciones Vigía, 2012) e  El Valle de Acor (Premio Fundación de la Ciudad de Santa Clara 2011; Editorial Capiro, 2012). Ha vinto i  premi... >>

Antonio Nazzaro
8 December 2016

Tante rinunce appese sugli specchi

Antonio Nazzaro ci fa leggere la giovane poetessa venezuelana Gabriela Rosas

Gabriela Rosas (Caracas – Venezuela) 

 

Ha vinto il premio Nazionale di Poesía per i giovani Pérez Bonalde (1995). Vincitrice nel 2014 della Biennale di letteratura Lydda Franco Farias, nella sezione poesia. Ha pubblicato i libri di poesie:  La mudanza (Eclepsidra, 1999), Agosto interminable (Eclepsidra, 2008), Blandos (Taller Editorial El Pez Soluble, 2013) y Quebrantos (Ediciones del Movimiento, 2015). Suoi racconti fanno parte della Antologia de cuentos, Editorial Negro sobre Blanco, 2015. E’ stata tradotta in italkiano, tedesco, greco,... >>

Antonio Nazzaro
2 December 2016

Sono diventato uno sconosciuto in più

Oggi Antonio Nazzaro ci fa leggere una giovane promessa

Jorge Roberto Aguilar Amado Nasce a  Cittá del Guatemala, nel 1993. Studente di diritto, surfista e scrittore. Il suo interesse per la letteratura è iniziato a dodici anni grazie a certamen studenteschi. Ha partecipato a festival di poesia in Nicaragua e Honduras, come in numerosi recital nelle scuole. Ha pubblicato alcune delle sue opere in pagine web, riviste studentesche e nell’antologia di scrittori emergenti dal titolo “Frente al silencio.” Attualmente sta iniziando ad addentrarsi nel campo della fotografia e del cinema indipendente.

 

 

 

La... >>

Antonio Nazzaro
1 December 2016

Però l’amore si frantuma

Anil Alessandro Biswas ci fa leggere Joy Goswami, uno dei più importanti poeti bengalesi contemporanei

Dire poeta a Buenos Aires è diverso che dirlo a Madrid, diceva all’incirca così Borges in un’intervista, sottolineando che non è solo una questione di linguaggio.

Joy Goswami è un poeta vivente del Bengala Occidentale che è riuscito a mantenersi con la sua poesia. Ho tradotto qui di seguito due poesie che riguardano anche questo, entrambe prese dal libro Patar Poshak – La veste di foglia, pubblicato nel 1997. Ciò è stato possibile grazie anche a un certo spirito bengalese, molto assorto, un po’ malinconico e tanto pigro che ha prodotto una... >>

Anil Alessandro Biswas
18 November 2016

Siamo stati cosi tanto una sola pelle

Antonio Nazzaro ci fa leggere la poetessa di Panamá Lucy Cristina Chau

Lucy Cristina Chau, Panamá (1971). Si è laureata presso l'Università di Panama con una specializzazione in inglese e ha un Dottorato in Educazione Superiore dell'Università delle Americhe. Dal 1993 appartiene al Collettivo di poeti José Martí, e dal 2010 co-organizza il Festival Internazionale di Poesia Ars Amandi, a Panama. E’ inoltre interprete ufficiale (inglese-spagnolo) e ha cantato come solista e nei cori nel disco Vida de Perros  del gruppo panamense Trópico de Cáncer.  Ha pubblicato il libro di poesie Mujeres o diosas de la Colección... >>

Antonio Nazzaro
10 November 2016

La città esiste sullo specchio del bagno

Antonio Nazzaro ci fa leggere la giovane poetessa argentina Paula Giglio

Paula Giglio nasce nel 1988 in Argentina. E’ laureata in Filosofia presso l’Università Nazionale di Cordoba. Ha vinto premi per racconti brevi e ricevuto una menzione speciale all’VII Certamen Internacional de Poesía, a Montevideo nel 2011. E’ stata selezionata per l’ Antología de Poesía y Narrativa (Línea Abierta Editores 2003 y 2004) e ha pubblicato sulla rivista annuale di Filosofia “Lektón” della UNC (2009). Ha partecipato, nel 2012 all’evento “Imagen, Poesía y Música” nella Galería de Arte del Paseo del Buen... >>

Antonio Nazzaro
4 November 2016

Mi faccio sillaba dell’innominabile

Antonio Nazzaro ci fa leggere la giovane poetessa portoricana Marta Jazmín García Nieves

Marta Jazmín García Nieves (1983, Porto Rico). Si è laureata presso l'Università di Porto Rico a Mayagüez, dove ha completato un master in Studi Ispanici. Ha lavorato come redattrice di testi accademici e giornalistici. E' stata l'organizzatrice si simposi sulla letteratura e convegni ed eventi culturali ed ha anche collaborato con riviste accademiche nel ruolo di critica d'arte e della creatività. Dal mese di agosto 2012, è professoressa nel Dipartimento di Spagnolo dell'Università di Porto Rico a Ponce. Nel 2014, è uscito il suo primo... >>

Antonio Nazzaro
2 November 2016

Perché la poesia per molti può essere difficile

Antonella Francini ci fa leggere alcune poesie della poetessa americana Dorothea Lasky

Da: Dorothea Lasky, Rome, Norton (2014)

Traduzioni di Antonella Francini

 

PERCHE'  LA POESIA  PER MOLTI PUO' ESSERE DIFFICILE

 

Perché parlare ai morti non è cosa da fare

Quando hai da fare altro in giornata

Tipo portar via la spazzatura o passare l'aspirapolvere 

Sul bordo fra i fornelli e la dispensa

Perchè il ratto è ovunque

Striscia dappertutto

O piuttosto cammina

Non ti nota nemmeno

Ha intenzioni tutte sue

E cerca quella busta perfetta di patatine

    come eri tu una volta

Perché la vita non è più importante del mangiare

O scopare

O convincere... >>

Antonella Francini