21 September 2016

La settimana del Poesia Festival

Nove borghi bellissimi, grandi nomi della poesia italiana e internazionale, della musica e del teatro

Ancora una volta il Poesia Festival invaderà pacificamente la provincia modenese che si adagia ai piedi del primo Appennino con la sua dodicesima edizione. Dal 19 al 25 settembre nove comuni (con la novità quest’anno di Guiglia e Zocca) saranno lo scenario per la tradizionale rassegna d’ inizio autunno dedicata alla poesia e alle sue contaminazioni con le altri arti. Un coro di voci diverse che testimoniano quanto la poesia sia uno strumento prezioso e malleabile, in grado di parlare alle donne e agli uomini del nostro tempo. Un festival che parla di poesia ma che riesce anche a raccontare un territorio ricco di bellezza, di eccellenze gastronomiche e produttive.

 

Maurizio Cucchi, Mariangela Gualtieri, Giuseppe Conte, Elio Pecora, Alessandro Fo, Paolo Valesio, Gian Mario Villalta, Maria Grazia Calandrone, Roberta Dapunt, Isabella Leardini, Francesca Serragnoli e Alfonso Berardinelli – a cui sarà affidata la lezione magistrale d’ apertura - saranno tra i principali protagonisti dell’edizione 2016 di Poesia Festival.

 

A conferma di una vocazione internazionale del festival contribuirà la presenza di Jorie Graham, considerata una delle maggiori poetesse contemporanee, vincitrice nel 1996 del Premio Pulitzer, i cui versi sono pervasi da una costante tensione tra mente e mondo contemporaneo, tra immaginazione e reale.

Ma Poesia Festival significa anche dare spazio a giovanissimi poeti, con un nuovo appuntamento rispetto alle edizioni precedenti: si chiamerà “La meglio gioventù” e avrà per protagonisti alla Rocca di Spilamberto sei autori provenienti da tutta Italia. Altra novità è l’appuntamento ‘al femminile’ con le principali autrici italiane di poesia: Maria Grazia Calandrone, Roberta Dapunt, Isabella Leardini e Francesca Serragnoli per la prima volta su un palco tutte insieme.

 

Poi toccherà alla musica e al suo fil rouge con la poesia: Alberto Fortis al piano, intervallerà le sue canzoni con letture di suoi testi; Nada sarà accompagnata da Fausto Mesolella degli Avion Travel, e darà vita a un reading musicale; mentre Gaetano Curreri racconterà in musica il suo rapporto con la poesia. Ci sarà anche un appuntamento in bilico tra verso e performance dedicato a Patti Smith, la sacerdotessa del rock, nel quale Angela Malfitano leggerà brani dai sui diari e Angela Baraldi canterà alcune canzoni dell’autrice newyorkese. Spazio anche a Paolo Benvegnù, uno di quei cantautori che con sapienza artigianale riesce a disegnare trame mai banali.

 

Anche il teatro e gli attori ‘presteranno’ i loro strumenti alla poesia, in modo particolare quest’anno in cui il Poesia festival accoglie per la prima volta nella sua compagine Ert, Emilia Romagna Teatro. A cent’anni dall’uscita del capolavoro di Giuseppe Ungaretti “Il porto sepolto”, il festival presenta una lettura scenica integrale a cura di Claudio Longhi econ la partecipazione del suo gruppo di attori; la voce di Sandro Lombardi e la chitarra di Andrea Candeli aiuteranno Walter Siti a presentare il suo libro “La voce verticale” (Rizzoli), un viaggio nella poesia di ogni tempo e luogo. A Franco Branciaroli invece il compito di fare rivivere i versi dei Lirici greci insieme alla filosofa Claudia Baracchi; Ugo Pagliai reciterà versi di Garcia Lorca e Neruda e David Riondino festeggerà a suo modo i 500 anni dell’Orlando Furioso.

A salutare l’ingresso di due nuovi comuni nel festival - Guiglia e Zocca - una camminata poetica che si dipanerà proprio fra le due località con due guide “poetiche”, Paola Loreto e Francesco Genitoni.

 

Poesia festival chiuderà domenica 25 alla Rocca Rangoni di Spilamberto con un appuntamento nuovo e inconsueto, una sorta di produzione originale che si intitolerà “Parole Note Live”.

Giancarlo Cattaneo leggerà i testi e le poesie più belle dell’omonimo programma che lui conduce su Radio Capital – e che per la prima volta si fa spettacolo dal vivo - prendendo spunto dall’antologia Parole dritte al cuore (Mondadori). Insieme a lui Maurizio Rossato creerà un flusso di musica dal vivo insieme alla proiezione di immagini tratte da film. Una sorta di incontro conclusivo che con un linguaggio nuovo mette insieme musica, parole e immagini.

 

Sguardi, volti, sorrisi, tutto questo impresso nelle fotografie di Betta Baracchi e Serena Campanini che dall’inizio del festival, era il 2005, hanno fotografato gli ospiti della kermesse. Per la prima volte le loro fotografie si fanno mostra e lo fanno seguendo lo spirito di quello che è un festival diffuso: la mostra intitolata “I volti dei poeti” avrà come sedi le biblioteche comunali dei nove comuni dove si svolge la manifestazione.

 

 

Ecco il programma completo

Dopo due giorni di anteprima

 

MERCOLEDI' 21 SETTEMBRE

 

18.00 | Vignola
Salotto Muratori di Vignola, via Selmi 2

Io… sono anche Poesia

I Ragazzi dei Portici in Poesia: parole, pensieri, emozioni, immagini, letture, suggestioni, dal Laboratorio di Poesia del Centro I Portici condotto dal poeta Antonio Nesci
Legge l’attrice Franca Lovino.
La mostra è aperta nei giorni del Festival. Per informazioni sugli orari telefonare allo
059 763 605 o 329 750 4537

 

INAUGURAZIONE

21.00 | Vignola
Teatro Ermanno Fabbri, Via Minghelli 11
Lettura di Mariangela GUALTIERI
Lezione di Alfonso BERARDINELLI
Conversazione con
Gaetano CURRERI (cantante degli Stadio)
Presenta Miriam Accardo

Il talento di Mariangela Gualtieri per la consegna orale della poesia. Lo sguardo lucido e critico di un intellettuale come Alfonso Berardinelli, che torna a confrontarsi, e senza sconti, con la poesia, le sue ragioni, le sue forze e debolezze nel contesto contemporaneo. E il discorso mai concluso del rapporto tra poesia e musica nelle idee e nell’arte di Gaetano Curreri.

 

GIOVEDI' 22 SETTEMBRE

 

17.30 | Vignola · Rocca – Sala dei leoni e dei leopardi

Il Poesia Festival si presenta

Conversazione sulla poesia e sulla storia del festival con Mauro Smeraldi, Umberto Costantini, Valerio Massimo Manfredi, Giuseppe Pesci, Roberto Alperoli, Alberto Bertoni, Roberto Galaverni, Emilio Rentocchini e Andrea Candeli intervistati da Roberto Serio

A seguire presentazione del progetto dell’Università di Bologna

Ossigeno Nascente

con Gian Mario Anselmi (Università di Bologna) e Marco Marangoni (curatore).

Un momento di confronto, aperto a tutti, sulla divulgazione della poesia con al centro l’esperienza del Poesia Festival. Come divulgazione complementare, si esplora “Ossigeno nascente”, un progetto dell’Università di Bologna per un archivio digitale della poesia italiana contemporanea, prodotta in Italia e all’estero.
Al termine rinfresco conviviale.

 

21.00 | Castelvetro di Modena
Teatro di via Tasso, centro storico

I poeti liguri.
Da Sbarbaro a Montale

Conversazione di Alberto Bertoni
Letture di Diana Manea
Suoni dai mondi liguri con I LIGURIANI
Fabio Biale – voce e violino
Michel Balatti – flauto traverso
Fabio Rinaudo – cornamusa
Filippo Gambetta – organetto e mandolino
Claudio De Angeli – chitarra

L’imperituro fascino e il ruolo centrale dei poeti liguri per la tradizione letteraria del Novecento riemergono dal percorso critico di Alberto Bertoni e dalle letture dell’attrice Diana Manea, mentre I Liguriani accompagnano la serata con uno spettacolo in cui le parole e i sentimenti della cultura e delle tradizioni liguri evocano l’identità di una terra di confine.

 

VENERDI' 23 SETTEMBRE

 

18.00 | Vignola
Rocca, Sala dei Contrari

La poesia del mondo

Walter Siti presenta il suo libro
La voce verticale (Rizzoli):
un viaggio nella lirica di ogni tempo e paese.
Letture di Sandro Lombardi (attore e regista)
Interventi musicali di Andrea Candeli, chitarra
Introduce Guido Mattia Gallerani
Walter Siti ripercorre la storia della poesia, discutendo del suo libro
La voce verticale. 52 liriche per un anno. Il volume contiene tutte le liriche e
i commenti che Walter Siti ha raccolto
per la sua rubrica settimanale “La poesia del mondo”, apparsa su La Repubblica
nel corso del 2014. Sandro Lombardi, artista teatrale a tutto tondo, ci guida
con la sua voce all’ascolto delle poesie più belle scelte da Siti.

 

21.00 | Marano sul Panaro
Centro Culturale, Via 1º Maggio

Da Garcia Lorca a Neruda

Spettacolo con Ugo Pagliai
Chiara Guerra – danza
Corrado Ponchiroli – voce, cajon
Michele Serafini – flauto
Andrea Candeli – chitarra
La poesia in lingua spagnola attraversata da Ugo Pagliai al contatto con i suoni e le voci dei suoi grandi protagonisti.

 

21.00 | Castelnuovo Rangone
Sala delle Mura, Via della Conciliazione 1/a
I poeti Paolo Valesio
Gian Mario Villalta
leggono le loro poesie e dialogano
con Alberto Bertoni
L’esperienza di un poeta italiano
con un vissuto internazionale come Paolo Valesio, i versi crudi e taglienti
di Gian Mario Villalta: due tra i maggiori poeti del nostro presente da ascoltare
per assaporare la differenza della parola
poetica, e l’interrogazione che essa suscita sui poteri della mente.

 

19.00 | Savignano sul Panaro
Teatro La Venere, Via Doccia 72

Aspettando Alberto Fortis,
tra musica e poesia…

A cura della scuola di musica del circolo culturale “Ponte Alto Graziosi” di via Andrea Costa 112 di Savignano.

Al termine del concerto, un saluto conviviale offerto dal Circolo.

 

21.00 | Savignano sul Panaro
Teatro La Venere, Via Doccia 72

Alberto FORTIS in concerto

a seguire dialogo con Leo Turrini
Alberto Fortis ripercorre i suoi successi storici in un live dal suo nuovo tour teatrale. A conclusione del concerto parlerà con il giornalista Leo Turrini dell’importanza della poesia nella sua carriera di cantautore e autore di brani
di successo.

18.30 | Castelvetro di Modena
Bicer Pin – Enoteca, via Cialdini, 5

La canzone, la poesia, la musica

Paolo benvegnù dialoga con Andrea Tinti

22.00 | Teatro di via Tasso

PAOLO BENVEGNÙ
in concerto

Concluso il tour italiano ed europeo dell’ultimo album da solista Earth Hotel, Benvegnù regala al pubblico un’ampia scelta dai suoi ultimi successi, alla scoperta di un ritmo interiore e lirico,
e alla ricerca delle assonanze segrete
tra musica e parola.

 

SABATO 24 SETTEMBRE

10.00 | Levizzano Rangone
Castello, Via Cavedoni
Matteo MARCHESINI
legge le sue poesie e dialoga
con Guido Mattia Gallerani
Una delle menti più acute della poesia italiana, capace di riflettere sulla poesia e di plasmare in versi le proprie percezioni, i propri sentimenti. E abile a condire il tutto con un itinerario al limite della biografia, dove un sorriso beffardo
è sempre pronto a mettere in crisi
le nostre certezze precostituite.

10.45 |
Alessandro FO legge le sue poesie
e dialoga con Paolo Donini
La poesia precisa e straniante di Alessandro Fo, che rinnova la lezione crepuscolare con oggetti quotidiani e le sue umili raffigurazioni, è anche forma di una letteratura sapiente, di una riscoperta dell’antico al contatto con le emozioni del mondo attuale, in una sorta d’inesausta danza domestica.

11.30 |
Giuseppe CONTE legge le sue poesie
e dialoga con Roberto Galaverni
La grande carriera di Giuseppe Conte, poeta tanto singolare quanto centrale
per la poesia del secondo Novecento,
si dipana a cantare il valore dei miti,
della natura e del mare, e del destino nella realtà contemporanea. Le sue epopee
e ballate suscitano immagini fulminanti,
che ci sorprendono per la loro capacità di creare storie.

 

15.30 | Castelnuovo Rangone
Sala delle Mura, Via della Conciliazione 1/a

Quanto conta la poesia?

Conversazione con lo scrittore
Paolo Di Paolo
a cura di Guido Monti
Un talentuoso narratore, Paolo Di Paolo, autore di storie dell’Italia tra finzione e verità, tra personaggi reali e immaginari, è anche specialista dell’arte dell’intervista e del dialogo. S’interroga sul senso della parola poetica nel nostro presente con il poeta Guido Monti.

16.30 |

Quattro autrici della poesia italiana

Incontro con Maria Grazia Calandrone, Roberta Dapunt, 
Isabella Leardini e Francesca Serragnoli
Coordina Miriam Accardo
Interventi musicali di
Milena Punzi violoncello,
Amalia Rapaglià pianoforte
Poesia femminile, poesia delle donne o semplicemente poesia? Quattro autrici diverse, di stili e temi lontani, s’incontrano in un momento di confronto e per noi di ascolto, per riportare, infine, al centro la bellezza della poesia dopo un dibattito di genere, più volte rinnovato come nell’antologia di autrici di poesia Nuovi poeti italiani 6 (2012).

Al termine dell’iniziativa rinfresco a cura del circolo Caos.

 

18.00 | Vignola · Rocca, Sala dei Contrari

Incontro con la poetessa americana Jorie GRAHAM

con la partecipazione di
Antonella Francini
introduce Roberto Galaverni
Interventi musicali di
Stefano Maffizzoni flauto
Lorella Ruffin clavicembalo
Considerata una delle maggiori poetesse contemporanee, vincitrice nel 1996 del Premio Pulitzer, la Graham ci condurrà in un dialogo sulla sua ispirazione e sui temi della sua poesia. La lettura, con traduzione in italiano, dei suoi versi attraverserà il suo itinerario poetico, pervaso da un’affascinante tensione tra mente e mondo contemporaneo, tra immaginazione e reale.
Antonella Francini ha curato e tradotto le due raccolte poetiche della Graham uscite in Italia.

 

21.00 | Vignola · Piazza dei Contrari

Pazzi si fa per dire.
Ariosto, Orlando ed altri innamorati

Di e con David Riondino
a 500 anni dalla prima edizione
dell’Orlando Furioso
Interventi musicali di Alessandro Deiana chitarra, Fabio De Leonardis violoncello
Con la poliedrica verve che lo contraddistingue, David Riondino esplora uno dei capolavori della nostra letteratura e con la sua voce fa rivivere la grande tradizione dell’ottava, metro al contempo colto e popolare.

 

21.00 | Castelnuovo Rangone
Sala Polivalente, Via Ciro Bisi 1

Patti Smith

Di e con Angela Malfitano –
letture e narrazioni
Angela Baraldi – canto
Francesco Brini – batteria
Emanuele Zullo – chitarra
Marcello Petruzzi – basso
La storia della sacerdotessa del rock attraverso i suoi diari, le sue poesie,
le sue canzoni.

 

21.00 | Castelfranco Emilia
Teatro Dadà, Piazza Curiel 26

NADA Concerto e recital

con Fausto Mesolella (Avion Travel) alla chitarra
Nada con le sue canzoni, con le sue poesie familiari e musicali, in un live nato
dal progetto Nada Trio, a contatto
con la melodia di Fausto Mesolella, storico chitarrista della Piccola Orchestra Avion Travel.

 

21.00 | Spilamberto
Spazio Famigli, Viale Rimembranze 19

Voci dei litorali

Poemi e canti dai luoghi di frontiera
con Francesco Benozzo (arpa)
Fabio Bonvicini (organetto)
In questo concerto la frontiera è intesa come territorio mobile, come spazio anarchico e fluttuante, aperto
a intersezioni e scambi, in un continuo andirivieni tra musica tradizionale
e musica d’autore, tra sogni e rivolte,
tra vaste latitudini di mare e piccoli luoghi di terra.

 

DOMENICA 25 SETTEMBRE

10.00 | Guiglia
Ritrovo: Borgo dei Sassi di Roccamalatina
Camminata con i poeti e i musicisti
alla riscoperta dei luoghi naturali
della montagna modenese, con letture itineranti di Paola Loreto
Francesco Genitoni.
interventi musicali di
Valentina Marrocolo, flauto
e Alice Cappelletti flauto
Arrivo: Sasso di Sant’Andrea,
Montecorone di Zocca.
Prevista una navetta di ritorno
Conciliare l’esperienza della montagna con la capacità di esprimere i suoi significati nella scrittura poetica, durante una facile camminata di circa tre km.
I due poeti, accompagnati dalla musica,
ci guideranno in una meditazione sul senso del cammino e sulle suggestioni
di un paesaggio dolce e invitante.

 

10.00 | Castelfranco Emilia
Biblioteca “L. Garofalo”, Piazza Liberazione 5
Andrea Gibellini legge le sue
poesie e dialoga con Marco Bini
Al cospetto del paesaggio il poeta cerca se stesso e la metafora del viaggio diventa quel prendere le distanze, quella cerimonia di corteggiamento e di fuga
dal demone del luogo, che permette
a Gibellini di tracciare l’itinerario lirico
del proprio destino.

10.45 |
Elio Pecora legge le sue poesie
e dialoga con Paolo Donini
La scrittura prende strade inaspettate, propiziando incontri e rinnovando attese: un poeta che ha preso il meglio dai suoi maestri ed è diventato maestro a sua volta. Nella sua lunga carriera, Pecora
ha sempre coltivato un’arte ricca e varia della parola, mirando al confronto tra sé
e gli altri uomini, alle simmetrie invisibili
tra le tante solitudini.

11.30 |
Maurizio Cucchi legge le sue
poesie e dialoga con Alberto Bertoni
L’opera di Maurizio Cucchi costituisce un vero e proprio canzoniere, quasi un romanzo, costruito a partire dall’esordio con Il Disperso, pubblicato per volontà
di Vittorio Sereni. Punto di partenza rimane sempre un robusto realismo lombardo, aperto all’esplorazione dell’interiorità.
Un grande maestro del secondo Novecento che viaggia nella poesia:
un flâneur milanese e contemporaneo.

 

16.30 | Spilamberto
Rocca Rangoni

Il Porto Sepolto

A cent’anni dall’uscita del capolavoro
di Giuseppe Ungaretti, lettura scenica
integrale a cura di Claudio Longhi, con Nicola Bortolotti, 
Michele Dell’Utri, 
Simone Francia, Lino Guanciale, 
Diana Manea, Eugenio Papalia.
Interventi musicali di
Pablo Del Carlo contrabbasso e Claudio Ughetti fisarmonica.
Il magistero di Claudio Longhi inventa
un nuovo modo per coinvolgere il pubblico nell’ascolto della grande poesia di Ungaretti. A cent’anni dall’uscita
della prima raccolta del poeta, un’affascinante spettacolo a più voci,
che con l’oralità e il teatro vuole rendere un tributo a un miracolo in versi, maturato durante la tragica esperienza della Prima guerra mondiale.

18.00 |

La meglio gioventù

Sei giovani poeti, provenienti da tutta Italia, leggono i loro testi:
Giorgio Ghiotti, Naike Agata 
La Biunda, Ivonne Mussoni, 
Marco Pelliccioli, Carolina Rossi, Francesco Maria Tipaldi.
Introduce Isabella Leardini
I giovani scrivono poesia? E chi sono, dove? Sei autori selezionati da tutta Italia (da Roma a Rimini, da Milano alla Sicilia) salgono sul palco per darci un assaggio dei loro primi versi e confrontarsi con la poetessa Isabella Leardini.

19.00 |
Rinfresco conviviale

20.30 |

PAROLE NOTE LIVE

Un nuovo dialogo tra musica, poesia e immagini.
Maurizio Rossato crea un flusso di musica dal vivo su cui
Giancarlo Cattaneo legge i testi e le poesie più belle del programma
di Radio Capital, tratti dall’antologia Parole dritte al cuore (Mondadori).
Un flusso di musica dal vivo insieme
alla proiezione d’immagini tratte da film. Una sorta di incontro conclusivo,
che con modalità sorprendenti tiene insieme musica, parole e immagini,
per affascinare e salutare il pubblico
della poesia.

Al termine, brindisi alla poesia

In caso di pioggia i tre appuntamenti di Spilamberto si terranno presso lo Spazio Famigli.

 

Dove: Unione Terre di Castelli – (Castelnuovo Rangone, Castelvetro di Modena, Marano sul Panaro, Savignano sul Panaro, Spilamberto, Vignola, Zocca e Guiglia) e il comune di Castelfranco Emilia

 

Promotori istituzionali: Unione Terre di Castelli, Fondazione di Vignola, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena.

 

Sostenitori: Regione Emilia-Romagna, Provincia di Modena

 

Direzione organizzativa: Aps Laboratorio Musicale del Frignano

 

Comitato scientifico Poesia Festival:

Roberto Alperoli (direttore)

Alberto Bertoni

Roberto Galaverni

Emilio Rentocchini

Andrea Candeli (direttore di produzione)

 

Per informazioni e dettagli www.poesiafestival.it

Condividi su
Parco Poesia