15 May 2017

La parola gemma tra i caratteri mobili

Alla Scuola di Grafica dell'Accademia di Belle Arti di Urbino un work shop di tre giorni dedicato ad Umberto Piersanti, mercoledì mattina aperto al pubblico
Il Biennio specialistico in Edizioni e illustrazione per la Grafica d'Arte della Scuola di Grafica dell'Accademia di belle Arti di Urbino, corso del professore Giovanni Turria, incontra il poeta Umberto Piersanti in un work shop di tre giorni.

Piersanti accompagnerà i ragazzi nel metodo con cui la scrittura poetica si appropria del reale e della natura, con esattezza e precisione secondo la lezione pascoliana, ma allo stesso tempo con visionaria forza. La forma in poesia forgia il linguaggio come materia vitale, nella lotta con cui significato e significante cercano di coincidere.

Quella di Piersanti è una scrittura che ha fatto del canto e della tensione materica del linguaggio la propria cifra stilistica inconfondibile, intrecciando una mitografia personale capace di narrare luoghi e storia, dal minimo all’universale in un grande affresco che di opera in opera si compie e si perfeziona.

Per gli studenti della scuola di grafica dell’Accademia di Belle Arti di Urbino Umberto Piersanti terrà il work shop “La parola gemma. Piccolo dizionario poetico per immagini”, attraverso 12 parole tema, che i giovani artisti del corso di tipografia stamperanno con caratteri mobili, il maestro racconterà i grandi temi della sua poetica in una sorta dizionario personale, documentato dalle telecamere e corredato da altrettanti linoleum che i ragazzi realizzeranno per il progetto.

Il libro d’arte che prenderà forma dal progetto sarà presentato in anteprima Mercoledì mattina. L’opera di Piersanti accoglie numerosi riferimenti all’arte visiva e sarà lo stesso autore, nel corso della tre giorni, ad accompagnare gli studenti per le strade di Urbino in una passeggiata artistica e sentimentale per narrare la sua città.

La tre giorni si chiude con un seminario aperto al pubblico che Mercoledì mattina alle 11.00, presso i sotterranei dell’Accademia, Umberto Piersanti terrà affiancato da Isabella Leardini e Salvatore Ritrovato. Al termine della mattinata che rientra anche nel calendario di eventi della Scuola di Grafica Andirivieni, sarà presentata anche la plaquette che unisce un’ opera di Viola Maria Silicati e due testi della giovane poetessa Sofia Fiorini. Plaquette realizzate tramite una borsa di studio istituita per premiare giovani talenti dell’Accademia e giovani autori in poesia. Sofia Fiorini, classe 1996, è in uscita con il suo primo libro La logica del merito (Interno Poesia) con una postfazione firmata proprio da Umberto Piersanti. 

Sarà una tre giorni dedicata al rapporto tra materia e simbolo, tra linguaggio e visione, come dovuto omaggio ad un autore e docente di rilievo internazionale, che ha da sempre raccontato la sua terra con autorevolezza e originalità.

Condividi su