5 May 2014

Dorme coi piedi nei gigli, sorride

Oggi Franco Buffoni ci a leggere un sua splendida traduzione da Rimbaud

Lui dorme in fondo

 

Un angolo verde dove scorre un ruscello

Lasciando sull’erba del bordo i suoi stracci

D’argento, e dove luccicano dalla montagna

I raggi del sole già intensi.

 

Un soldato giovane, a capo scoperto

La nuca immersa nell’erba azzurra

A bocca aperta dorme disteso

E pallido nella luce.

 

Dorme coi piedi nei gigli, sorride

Come un bambino malato, fa un sonno.

Natura cullalo, ha freddo, riscaldalo,

 

Non sente più i tuoi profumi,

Dorme nel sole, la mano sul petto

Tranquillo. Ha due fori rossi sul fianco.

 

Arthur Rimbaud

Traduzione di Franco Buffoni

Condividi su
Franco Buffoni