17 April 2014

Come scavare a mani nude dentro se stessi

Inizia la rubrica di Nikol Fandi... ci fa leggere un romanzo doloroso, ironico fino al midollo, con le lacrime addossate al sorriso

Esistono libri che diventano parte di te, si radicano in un angolo privato del tuo cuore e diventano proiettili contro i giudizi e il mondo che ti offende, sono i titoli che dici sottovoce, quasi per paura di tradire quella intesa che ti ha portato a sfogliare le pagine come sfogli la tua pelle. Consigliare Colpa delle stelle è come regalare un frammento di te stessa.

Hazel Grace è la nostra protagonista e sta morendo. I suoi polmoni a causa di un cancro hanno dimenticato come respirare, quasi come Hazel ha dimenticato come vivere, risucchiata  in un vortice di ospedali . 

La morte è parte di lei da troppo tempo per spaventarla, intelligente e forte si iscrive a un gruppo di sostegno solo per tranquillizzare i genitori. 

"Sugli opuscoli che parlano di tumori o nei siti dedicati, tra gli effetti collaterali del cancro c'è sempre la depressione. In realtà la depressione non è un effetto collaterale del cancro. La depressione è un effetto collaterale del morire."

Un ragazzo bello da paura, con occhi vispi, ironico ed in remissione aspetterà Hazel e con il suo ostinato e dannato interesse farà riscoprire alla nostra protagonista i piccoli ed irresistibili piaceri della vita e dell'amore.

I due sono  granate pronte ad esplodere e nonostante tutto resteranno uno accanto all'altra, si terranno sempre per mano ironizzando e ridendo anche di fronte alla morte. 

L'amore è un arma abbastanza forte da combattere il destino? Quanto può durare un piccolo infinito?

''Sono innamorato di te, e so che l'amore è un grido nel vuoto, e che l'oblio è inevitabile, e che siamo tutti dannati e che verrà un giorno in cui tutti i nostri sforzi saranno ridotti in polvere, e so che il sole inghiottirà l'unica terra che avremo mai, e sono innamorato di te.''

John Green non ha scritto solo un romanzo d'amore, ha scritto un libro che arma i lettori contro il cancro, parlando senza mezze favole e raccontando quanto le coltellate nella vita possono sanguinare.

Questo è un romanzo doloroso, ironico fino al midollo, che vi farà piangere con le lacrime addossate al sorriso, una contraddizione che nascerà in voi stessi e ve la porterete come amuleto.

L'autore è un genio della caratterizzazione, è una di quelle muse che la notte ti bisbigliano all'orecchio chiedendoti  di continuare a giocare con l'amore e la tristezza che ti pulsano dentro attraverso il suo libro.

Qui non troverete solamente la storia di Hazel e Augustus, troverete il vostro primo amore, la voglia di leggere e scoprire il mondo, aprire questo libro è come scavare a mani nude dentro se stessi.

Loro sono coriandoli di neve che cadono da olmi olandesi, date e accordi di una guerra civile combattuta non con un male estraneo ma con una parte di sé stessi, cene a lume di candela con calici di champagne e completi da funerale, diciassettenni che in un letto bagnato d'urina lasciano il loro pudore e la loro dignità, “esilarantemente” tragici. Loro, un intreccio informe di tubi, cuori e corpi. 

Consigliate Colpa delle stelle come me sotto voce.

"Mi sono innamorata così come si ci addormenta: piano piano, e poi tutto in una volta. Mi piaceva Augustus Waters. Mi piaceva proprio ma proprio tanto. Mi piaceva la sua voce. Mi piaceva che avesse fatto tiri liberi esistenzialmente pregni. Mi piaceva che fosse un docente del Dipartimento di Sorrisi Leggermente Truffaldini con una nomina presso il Dipartimento dell'Avere Una Voce Che Fa Sentire la mia Pelle come una Vera Pelle".

 

 

Colpa delle stelle è certamente uno dei libri più chiaccherati del momento e non potete lasciarvi scivolare dalle mani l'opportunità di leggerlo. John Green ha creato un mondo di luce e di malinconia, il tutto accompagnato da una bellezza che come un' aura circonda le sue pagine. Questo è uno di quei libri che ti ricordano cosa significhi essere giovani ed innamorati per la prima volta, un libro perfetto in un mondo imperfetto.

 

Trama:

Se il cancro che ti hanno diagnosticato a dodici anni, a sedici sembra in regressione è un miracolo. Ciò che la giovane Hazel ha imparato a proprie spese, però, è che i miracoli si pagano: mentre lei rimbalzava tra corse in ospedale e lunghe degenze, il mondo correva veloce, lasciandola indietro, sola e fuori sincrono rispetto ai coetanei, con una vita in frantumi i cui pezzi non si incastrano più. Un giorno però il destino le fa incontrare Augustus, affascinante compagno di sventure, che la travolge con la sua fame di vita, di passioni, di risate. Ma come un peccato originale, come una colpa scritta nelle stelle sotto cui Hazel e Augustus sono nati, il tempo che hanno a disposizione per stare insieme è un miracolo, e in quanto tale andrà pagato.

 

L'autore:

John Green è nato nel 1977. È cresciuto in Florida e in Alabama, dove ha frequentato una scuola non molto diversa da Culver Creek, e oggi vive a Indianapolis. Cercando Alaska è stato il suo primo romanzo e negli Stati Uniti ha vinto numerosi premi come miglior libro per Young Adults. Nel 2013 diventerà un film della Paramount Pictures scritto e diretto da Josh Schwartz, il creatore di The O.C.Rizzoli ha pubblicato anche Teorema Catherine Città di carta.

 

 

In libreria dal: 10 Ottobre 2012 

Titolo: Colpa delle stelle

Autore: John Green

Traduzione: G. Grilli

Editore: Rizzoli

Prezzo: 16.00 €

Pagine: 360

Condividi su
Nikol Fandi