15 May 2017

La parola gemma tra i caratteri mobili

Alla Scuola di Grafica dell'Accademia di Belle Arti di Urbino un work shop di tre giorni dedicato ad Umberto Piersanti, mercoledì mattina aperto al pubblico
Il Biennio specialistico in Edizioni e illustrazione per la Grafica d'Arte della Scuola di Grafica dell'Accademia di belle Arti di Urbino, corso del professore Giovanni Turria, incontra il poeta Umberto Piersanti in un work shop di tre giorni.

Piersanti accompagnerà i ragazzi nel metodo con cui la scrittura poetica si appropria del reale e della natura, con esattezza e precisione secondo la lezione pascoliana, ma allo stesso tempo con visionaria forza. La forma in poesia forgia il linguaggio come materia vitale, nella lotta con cui significato e... >>

14 May 2017

Al Salone quest'anno facciamo la colletta dei libri!

Parco Poesia aderisce a #NONDISOLOPANE17 Portate un libro allo stand T17 del Banco Alimentare (Padiglione 3)

Il Banco Alimentare del Piemonte Onlus, quest’anno sarà presente al Salone del Libro di

Torino, dal 18 al 22 maggio, con il progetto "Non di solo pane vive l’uomo".

Accanto al recupero e alla ridistribuzione quotidiana di alimenti messi a disposizione delle persone in difficoltà, ben 6.325 tonnellate di cibo nel 2016, il Banco Alimentare del Piemonte, grazie all’appoggio di GL Events Italia e della Fondazione per il Libro, in collaborazione con il quotidiano La Stampa, si pone un nuovo obiettivo: raccogliere 1.000 libri da offrire ai... >>

Parco Poesia
14 May 2017

A Bianca, e anche alle Altre…

Gabriella Sica ci parla del libro di Bianca Sorrentino e delle ragazze audaci e imperdonabili del mito e di oggi

Cara Bianca, già ti ho scritto della grazia lieve adoperata per il tuo primo, piccolo e prezioso libretto, Mito classico e poeti del ’900. Testi e antologia poetica (Stilo Editrice, 2016), come se avessi fuso e lavorato metalli diversi realizzando anellini simili che hai allineato in un elegante astuccio: ognuno è una poesia con il tuo commento breve e pulito. Ti confesso che sono stata per un po’ anche restia a un apprezzamento pieno, con qualche dubbio. Tutto troppo facile, troppo semplice, forse scontato tra i tanti lettori del mito. Invece hai... >>

Gabriella Sica
7 May 2017

I ragazzi che hanno l'arte del fare poesia

Si conclude con la premiazione di un concorso il laboratorio di poesia di Piazza dei Mestieri

Giovedì 11 Maggio a Piazza dei Mestieri a Torino si teine la premiazione dell'annuale Concorso Nazionale di Poesia e Narrativa"Piazza dei Mestieri - Marco Andreoni".

dedicato agli studenti di Istituti Tecnici e IPSIA. La Piazza è un'eccellenza, molto più di una scuola professionale o un centro di formazione, è un'esperienza unica in italia, un luogo in cui molti destini e molte storie si incrociano. C'è qualcosa di speciale e indefinibile qui, si sente nell'aria la mattina tra i passi che entrano al bar, è come uno strano sollievo. Forse la cosa... >>

Isabella Leardini
10 April 2017

Ha vinto Simona Cerri Spinelli

Il racconto della premiazione e tutte le proposte editoriali ricevute da tutti i finalisti

Erano 540 i ragazzi che sabato mattina hanno votato i finalisti del Premio Rimini per la poesia giovane. Vincitrice della IV edizione del Premio è risultata Simona Cerri Spinelli con 148 voti, veri e propri cori da stadio si sono alzati per lei dalla platea. Al secondo posto, con una differenza minima, la più giovane tra i finalisti di quest’anno, Damiana De Gennaro, con 132 voti, al terzo posto con 112 voti Stefano Aldeni.

 

Tre sono stati i premi della giuria assegnati quest’anno in collaborazione con la Scuola di Grafica dell’Accademia di Belle Arti di... >>

Parco Poesia
6 April 2017

Anche Noemi De Lisi è fresca di stampa

La seconda classificata della scorsa edizione leggerà alla Festa in versi del Premio Rimini insieme ai giudici, ai finalisti di quest'anno e a molti ex finalisti delle scorse edizioni

E' appena uscito per Ladolfi Editore, con prefazione di Giulio Mozzi, "La stanza vuota" esordio di Noemi De Lisi, la seconda classificata al Premio Rimini della scorsa edizione. 

Sabato pomeriggio alla Festa in Versi (Felici Nove il Salotto, ore 16.00) leggerà per la prima volta dal suo libro edito insieme alla vincitrice 2016 Irene Paganucci e a molti altri finalisti delle scorse edizioni, ai membri della giuria e ai finalisti di quest'anno appena premiati. Sarà una festa aperta alla città e a tanti ragazzi dei laboratori di poesia nelle scuole... >>

5 April 2017

Questo libro è un commosso grazie alla poesia

"Mentre si mettono a posto le cose" di Irene Paganucci sabato sarà donato a 500 studenti delle scuole superiori

Ci sono i muri 

Prefazione di Chandra Livia Candiani 

 

Ci sono i muri. Meno male. C’è chi ha bisogno dei muri. Non per chiudersi dentro e nemmeno per chiudere fuori l’esterno. Ma per reggersi da fuori, per avere un’impalcatura soccorritrice perché il dentro è crollato, non qualcosa dentro, ma il dentro vero e proprio, tutto quanto.
Il primo verso della raccolta Mentre si mettono a posto le cose di Irene Paganucci è: “È capitato”, poi la poesia prosegue ma dopo un a capo e, si sa, gli a capo sono abissi. “È capitato” è un... >>

Parco Poesia
4 April 2017

Sabato la IV edizione del Premio Rimini, quasi un festival

La mattina dell'8 Aprile la premiazione, e alle 16 una festa in versi con gli ex finalisti e la giuria

La premiazione della quarta edizione del PREMIO RIMINI per la poesia giovane 

 

* Sabato 8 Aprile, ore 10:00

Sala Manzoni (Via IV Novembre, 35) Rimini)

I sette finalisti Stefano Aldeni, Simona Cerri Spinelli, Damiana De Gennaro, Laura Di Corcia, Tommaso Meozzi, Damiano Scaramella e Damiano Sinfonico leggeranno per la giuria popolare studentesca formata da 500 ragazzi delle scuole superiori di Rimini, Riccione, Santarcangelo di Romagna e Cesena. 

Nel corso della premiazione intervengono la vincitrice della scorsa edizione Irene Paganucci, di... >>

Parco Poesia
30 March 2017

La settima finalista è Simona Cerri Spinelli

L'ha scelta Massimo Pasquinelli, è l'ultima dei nomi che quest'anno si giocano la vittoria

Mentre stavo scrivendo questo libro ero già “Al centro dei rovesci”. Vuol dire stare in mezzo alle parole, rischiare quello che si deve, senza ritrarsi. Un elogio alla nostra natura di esseri umani. Sotto i temporali, aspettando qualcosa che non ritorna. Non è un gesto di coraggio, lo trovo piuttosto un'abitudine alla vita. Ma chi non osa bagnarsi, chi vuole solo vestiti asciutti, che vive a fare? 

 

SIMONA CERRI SPINELLI

da Al centro dei rovesci

 

 

 

Succede nei sogni il tocco di altre mani 

e ci si sveglia appena,
quasi sereni prima di... >>

Parco Poesia
30 March 2017

Il sesto finalista è Damiano Sinfonico

E' il finalista votato collettivamente dalla giuria junior, domani sveleremo l'ultimo nome

Ho scritto queste poesie quasi interamente in una città straniera. Nello sradicamento diventano più pressanti le domande intorno alla propria identità, che si ridispone collocando tessere diverse: nuovi paesaggi, nuovi ricordi, nuove parole. Da questo crogiolo è nato il puzzle “Lingualuce”: ho sagomato ogni pezzo approfondendo la mia ricerca identitaria e linguistica, e l’una è inscindibile dall’altra. Il titolo della raccolta è un omaggio alla lingua – qualunque essa sia –, perché è la lente più preziosa che abbiamo.

 

DAMIANO... >>

Parco Poesia
29 March 2017

La quinta finalista è Damiana De Gennaro

La più giovane tra i sette, nata nel 1995, l'ha scelta Alberto Bertoni

Le parole “aspettare la rugiada” si sono formate mentre, viaggiando in treno, leggevo “Anima” di Natsume Sōseki. Ricordo di essere stata molto colpita dall’affermazione: “A metà strada tra la fiducia ed il dubbio, non fui più in grado di muovermi. Entrambe le sensazioni potevano essere fondate oppure il frutto della mia immaginazione”.

Penso di poter spiegare il titolo della raccolta come il gesto di riporre una fragile aspettativa di verità nella bellezza di un significato, nonostante la sua natura effimera, arbitraria ed... >>

Parco Poesia
29 March 2017

Il quarto finalista è Tommaso Meozzi

Lo ha scelto Rosita Copioli per la finale di Sabato 8 Aprile

Inquieta alleanza nasce da anni di viaggi tra Firenze, Bonn e Parigi; da tanti incontri con persone, lingue e culture diverse; da un senso di spaesamento e incertezza per il futuro che tuttavia può aprire alla solidarietà. Attraverso la parola poetica, la precarietà cessa di essere problema personale e fonte di angoscia per acquistare una dimensione esistenziale: precario è l'essere umano, che proprio per questo può partecipare al divenire di ogni cosa.

L'esperienza biografica è rielaborata in una lingua che cerca di rendere una traccia di questo... >>

Parco Poesia